Home/Regno Unito: l’industria lattiero-casearia ha ridotto il consumo di acqua nel processo produttivo

Regno Unito: l’industria lattiero-casearia ha ridotto il consumo di acqua nel processo produttivo

La necessità di una riduzione del consumo delle risorse idriche nei processi produttivi dei diversi settori industriali è sempre più sentita a livello globale. Buone notizie in tal senso arrivano al Regno Unito, in particolare riguardo al lattiero-caseario, i cui protagonisti hanno migliorato sensibilmente le loro performance nell’ultimo periodo.
L’ultima relazione sul tema ha dimostrato che le aziende britanniche del comparto stanno diventando sempre più efficienti relativamente al consumo di acqua, avendolo abbassato del 13 per cento dal 2008 ad oggi.
Il Food and Drink Manufacturing Water Use Report ha rilevato che c’è stata una riduzione nei consumi di 0,2 metri cubi per tonnellata di prodotto, che poi è il rapporto convenzionalmente utilizzato per calcolare l’intensità di sfruttamento idrico.
I risparmi sono stati ottenuti, principalmente, attraverso sistemi più efficienti di pulizia, l’identificazione di perdite e la prevenzione di sprechi, nonché la sensibilizzazione del personale e l’avvento di nuovi processi tecnologici, come l’osmosi inversa.
“Si tratta di un risultato significativo per le aziende lattiero-casearie dato che la produzione è aumentata del 15 per cento rispetto allo stesso periodo preso a riferimento dal rapporto”, ha commentato Judith Bryans, Chief Executive di Dairy UK. “Questo progresso dimostra il continuo impegno del settore lattiero-caseario a ridurre il proprio consumo di acqua e porta avanti e completa gli obiettivi di riduzione già fissati dal Dairy Roadmap”, conclude Bryans.

[Foto di Guy Montag]