Home/Kefir, dal latte un prodotto sorprendente

Kefir, dal latte un prodotto sorprendente

Parliamo del kefir, parola di origine turca, una delle bevande fermentate più antiche del mondo. E anche tra le più sane. Il Kefir di latte si ricava dalla fermentazione del latte di pecora, di mucca o di capra.

Si sa che si tratta di una bevanda storicamente ubiquitaria: cenni storici di tale produzione si trovano sia in Europa che in Africa e Asia. I grani di kefir, che si utilizzano per fermentare il latte, sono composti da vari microorganismi selezionati, in particolare modo da batteri, lieviti e funghi che vivono in simbiosi:

Una virtù tipica che accomuna tutti gli alimenti fermentati è quella di produrre acido lattico. Non a caso sia il kefir che gli altri cibi sottoposti all’azione dei lattobacilli e simili, con il tempo divengono più o meno acidi. Tale caratteristica non solo migliora la conservabilità dei cibi, ma anche la digeribilità e l’assimilazione dei fermenti contenuti all’interno. E’ una bevanda molto utile per gli intolleranti al lattosio: lo stesso, infatti, viene precedentemente scisso in glucosio e galattosio – dando così origine all’acido lattico. In più l’organismo viene incentivato a produrre lattasi, un enzima di cui sono sprovvisti i soggetti intolleranti e che è necessario per metabolizzare il lattosio. La peculiarità del kefir è quella di contenere un tipo di lattobacillo denominato kefiranofaciens. Questo, secondo alcuni studi scientifici, è in grado di ridurre le infiammazioni intestinali e i sintomi della colite.

Proprietà antitumorali del kefir

Diversi studi hanno evidenziato inoltre come i grani di kefir siano in grado di inibire la proliferazione delle cellule tumorali attivandone la morte programmata – in medicina definita come apoptosi. Questo è stato riscontrato in diversi lavori pubblicati in numerose riviste scientifiche che hanno vagliato le virtù del kefir nei confronti del tumore al seno, della leucemia e vari tipi di carcinoma.

Al servizio del sistema immunitario

Altra caratteristica del kefir è il suo ruolo nel potenziamento del sistema immunitario. Alcuni studi hanno evidenziato che il kefir contiene una sostanza denominata sfingomielina. Questa sarebbe implicata nella produzione di proteine tipiche del sistema immunitario, gli interferoni. Grazie a questi composti, virus e batteri si riproducono con molta difficoltà.