Home/Latte in polvere nord europeo per il Senegal

Latte in polvere nord europeo per il Senegal

La cooperativa nord europea Arla Foods, importante protagonista del settore lattiero-caseario mondiale relativamente alla produzione biologica, ha aperto a Dakar, capitale del Senegal, un nuovo stabilimento per il confezionamento del latte in polvere. Questa iniziativa si inserisce nella strategia 2020 dell’azienda e l’impianto senegalese funge da grimaldello per l’espansione in tutta l’area dell’Africa Occidentale, fino all’enorme mercato della Nigeria. Questi i numeri: nell’impianto senegalese si prevede di riconfezionare fino a 5 mila tonnellate di latte in polvere prodotto in Europa. La nuova produzione nello stabilimento, che copre una superficie di 1400 metri quadri, riguarderà sacchetti di varie porzionature. Per quel che concerne la distribuzione sarà la consociata senegalese Agroline ad occuparsene, con l’obiettivo fissato, entro il 2016, di estenderla anche in Mali e, successivamente, in Mauritania.

Il latte prodotto in tutto il continente africano (quasi 37 milioni di tonnellate di latte bovino prodotti, pari al 5,9% della produzione mondiale, con una popolazione di bovini da latte pari a poco più di 70 milioni di capi) raggiunge l’88,4% del fabbisogno totale (dati 2013), con il solo Sud Africa che presenta una produzione in eccesso, e con una marcata insufficienza proprio nel settore occidentale del continente. Il Senegal produce l’81% del suo fabbisogno.

Il latte è un prodotto presente nei paesi di quest’area geografica, in cui l’allevamento è pratica tradizionale nella vita di alcune tribù. La tipologia di latte commercializzato è soprattutto quello condensato zuccherato, tenuto conto delle condizioni ambientali e climatiche tropicali, con elevate temperature ed umidità; ora si va diffondendo l’uso di latte in polvere aromatizzato, evaporato e yogurt, con una crescita annua del 5%.

Il Senegal ha una popolazione di circa 14 milioni di abitanti e, dato il suo importante sbocco sull’oceano Atlantico, rappresenta un importante paese di transito e importante punto logistico verso i Paesi interni quali Mali e Burkina Faso.