Home/UE, export di burro e panna a gonfie vele

UE, export di burro e panna a gonfie vele

Le esportazioni di prodotti lattiero caseari della UE, ad aprile di quest’anno, confrontate con Aprile 2015, sono aumentate in volume relativamente a: burro (+52.5%), latte e panna (+51.7%), latte per l’infanzia (+17.3%), formaggi (+13.3%), polvere di latte intero (+12.3%), polvere di siero (+5.1%). In diminuzione quelle di polvere di latte scremato (-26.7%).

Le aree di destinazione di questi prodotti sono state: Africa, le cui importazioni complessive – pari al 24% della quota di mercato – sono in realtà diminuite del 13.9%; Asia – Sud Est, le cui importazioni complessive – pari al 30% della quota di mercato – sono aumentate del 14.7%; Asia – Medio Oriente, le cui importazioni complessive – pari al 20% della quota di mercato – sono aumentate del 12.3%; America del Nord, le cui importazioni complessive – pari al 6% della quota di mercato – sono aumentate del 5.5%; Europa extra UE, le cui importazioni complessive – pari al 7% della quota di mercato – sono aumentate del 8.9%. Quindi un aumento generalizzato con l’eccezione del continente africano.

Il burro prosegue il trend positivo già avviato agli inizi dell’anno, con un totale di 84.556 tonnellate esportate (+ 46% a volume rispetto al primo quadrimestre del 2015) e 312 milioni di euro (+27% a valore). Tra i principali importatori di burro comunitario troviamo la Cina, con una quota mercato del 13% e con un incremento incredibile del 347% (dalle 2.496 tonnellate del 2015 alle 11.147 del 2016), seguita dall’Arabia Saudita, con una quota mercato dell’11% e con un incremento del 17%, appaiata all’Egitto che segna però una crescita maggiore (+35%). A ruota gli Stati Uniti, con una quota del 6% e un incremento del 24%, il Marocco con un incremento del 122%, il Giappone, con un balzo del 144%, il Canada che ha segnato un eccezionale +2.054%, e la Turchia con un +83%.

Da evidenziare, infine, anche la crescita del segmento latte e panna, anch’esso in forte crescita nel primo quadrimestre del 2016, con 360.710 tonnellate di prodotto esportato (+54,7% a volume) che hanno fatturato quasi 275 milioni di euro (+31% a valore).