Home/Le straordinarie potenzialità del mercato lattiero-caseario cinese

Le straordinarie potenzialità del mercato lattiero-caseario cinese

Il mercato lattiero-caseario cinese, prima del 2014, era arrivato a importare una quantità di latte in polvere pari al 20 per cento del volume totale del commercio globale, vale a dire più di 850.000 tonnellate. Poi ha tagliato drasticamente la spesa, portando, come conseguenza diretta, a una diminuzione del prezzo mondiale di latte.

I motivi di questa regressionesono diversi, da una sofferenza dell’economia cinese come dal surplus di scorte precedentemente acquistate. Occorre sottolineare che il progressivo aumento del consumo di prodotti lattiero-caseari da parte del consumatore cinese, riscontrato nel corso degli ultimi anni,  ha seguito di pari passo il forte aumento del reddito nazionale lordo del gigante asiatico.

Ma ci sono prospettive di crescita? La risposta non può essere che positiva e per vari motivi: il reddito pro capite cinese si prevede che continuerà ad aumentare e con esso anche il consumo di prodotti lattiero-caseari; continua l’urbanizzazione della popolazione cinese e, tenuto conto che i cinesi nelle aree urbane consumano prodotti lattiero-caseari in quantità quattro volte superiore a quello dei residenti rurali, frutto delle modifiche nello stile di vita alimentare, la risposta vien da sé; è stata modificata, a ottobre dello scorso anno, la politica del figlio unico, durata un trentennio, cosicché oggi 90 milioni di coppie avranno diritto ad avere un secondo figlio, nuovi potenziali consumatori, e se aggiungiamo che il tasso di allattamento al seno tra le donne cinesi è di circa il 28 per cento, decisamente inferiore rispetto alla media globale che è del 40 per cento, significa che la domanda di latte in polvere aumenterà ancor più rapidamente.

Sono sempre più numerose le imprese straniere che stanno investendo nel Paese, in primis australiane e neozelandesi come, ad esempio, la multinazionale Fonterra Cooperative Group.

Sembra, quindi, che ci siano tutti i presupposti per una crescita duratura della domanda di prodotti lattiero-caseari in Cina. Un incremento che sarà più veloce delle capacità produttive del Paese, che oggi è in crescita a un tasso annuo del 3-6 per cento, sicuramente insufficiente a soddisfare le esigenze dell’enorme e sempre più esigente mercato interno.